martedì 28 settembre 2010

torta desiderio!



 In un giorno non molto lontano passeggiando per il mio paese, mi bloccai davanti ad un negozio di fiori di nome "Romeo", aveva inserito nella sua splendida e illustre vetrina delle bellissime rose di colore azzurro!

Che dire me ne sono sin da subito innamorata alla follia.
Era l'onomastico del mio Amore.
Quale regalo più bello sarebbe stato , se non quello di un fascio di rose?
di solito agli uomini non sempre ci si pensa a qualcosa del genere!
Da qui nasce l'idea di creare questa torta, con rose realizzate da me di colore azzurro mare...


Quando vide le rose e la torta messa assieme, gli occhi le brillavano di gioia.


E no che non si aspettasse qualcosa del genere…

 

Pds fatto con:
4 uova, 100 di farina, 100 di zucchero, 20 di cacao amaro, 20 di fecola...


La bagna:
fatto bollire per 20 minuti 100 di acqua e 100 di zucchero, una volta freddato ho aggiunto 50 di rum.
Farcita con la mitica crema alla nocciola di "Cozza"
Una roba allucinante troppo golosa... Può dare assuefazioni hi hi!
Ci occorre questa crema alla nocciola, la si trova in qualsiasi ipermercato...




Facciamo una crema alla vaniglia bella densa io ho fatto cosi':500gr latte, 1 uovo, 1 tuorlo, 100gr farina e questa volta 100gr di zucchero xchè la crema nel vasetto è molto dolce. Una volta pronta, ancora bollente uniamo le due creme.
 
Questa la crema finita, una bontà fuori dal comune. Se la provate (spero di si) attenti si impadronisce del  vostro volere hi hi hi...







Rivestita interamente con la pasta di zucchero di "Zeta"
Ingredienti


450 di zucchero a velo

70g di miele

6g di gelatina in fogli

30g di acqua

16g di burro

Versare lo zucchero a velo nel robot e far girare solo con lo zucchero per togliere eventuali grumi
sciogliere il miele nel microonde

Dopo che i fogli di gelatina si siano ammorbiditi nei 30 g di acqua scioglierli a bagnomaria
per poi aggiungere aggiungere il miele

il burro
mescolare fino a far amalgamare tutti gli ingredienti(non deve bollire)
versare il composto sullo zucchero
e far avviare il robot fino a quanto non si addensa tutto
trasferire nella tavola e lavorarlo con poco zucchero
subito si sentirà la differenza con la classica pdz...questa ha una consistenza più morbida e setosa...al tatto è una cosa incredibile!!

Una volta finito avvolgerla nella pellicola e poi metterla su un sacchetto per surgelati e poi in credenza
Non vi preoccupate per la presenza del burro, non implica che si conservi in frigo perché la quantità di burro è minima e lo zucchero fa da conservante.


Lo zoom delle rose...
Alla prossima torta decorata e non!
Spero vi piaccia Antonella!

2 commenti:

Aurore ha detto...

davvero scenografica, ti dispiace quasi mangiarla...

Antonella ha detto...

Grazie Aurore, ma no il motto è: creare, per poi divorare... Hi hi hi.
Baci.